Emozioni, Musica, Passioni, Rubriche

Emozioni in Musica

foto musica

Ho sempre amato la musica, sin da quando ero piccolo i miei genitori accompagnavano momenti come il cullarmi per due ore buone, per poi io risvegliarmi due minuti dopo, con l’ascolto di canzoni come “Time”, dei Pink Floyd, dal disco “The Dark Side of the Moon”, “She’s leaving home”, dei Beatles, dal disco “Sgt. Pepper’s Lonely Hearts Club Band”, sigle dei cartoni animati oppure “Lo Schiaccianoci”, di Tchaikovsky.

Tutt’ora associo l’ascolto della musica a momenti di relax totale, magari la sera, prima di andare a dormire, oppure un sabato mattina, quando non ho impegni di alcun tipo, con la musica sparata dalle casse a tutto volume, o anche, in modo analogo, come accompagnamento a qualcos’altro, come leggere, disegnare, scrivere, per scaricare le ansie, le tensioni. Penso anche di avere un rapporto abbastanza profondo con la musica, tale da emozionarmi all’ascolto di determinate canzoni: quel momento in cui ti sale un brivido lungo la schiena, poi lungo il collo, fino alle tempie, per poi scaricarsi al suolo, solo ascoltando una canzone, magari a causa della voce di chi canta o del suono dello strumento di chi suona, e ti senti bombardato di emozioni fortissime che difficilmente riesci a contrastare, amplificando anzi l’emozione.

Che cos’è, quindi, la musica, in conclusione? Facendo varie ricerche si può venire a conoscenza del fatto che “musica” nasce come termine per esprimere le arti delle Muse, riferendosi a qualcosa di perfetto, che è arte, in quanto complesso di norme pratiche capaci di conseguire determinati suoni, i quali sono in grado di esprimere l’interiorità di chi produce e di chi l’ascolta, e che è anche una scienza, in quanto il generare dei suoni mediante la voce o mediante l’utilizzo di strumenti musicali, provoca, attraverso i principi dell’acustica, la percezione uditiva e l’esperienza emotiva voluta dall’artista; infatti la musica è il prodotto dell’arte di ideare e produrre suoni piacevoli all’orecchio e, più tecnicamente, consiste nell’organizzazione dei suoni, dei rumori e dei silenzi nel corso del tempo e nello spazio.

Ma cos’è realmente la musica, per ognuno di noi? Un mezzo per trasmettere emozioni? Il prodotto del genio? Un mezzo per uscire dagli schemi? Libertà? Un passatempo? Qualcosa di noioso?

La realtà è che è qualcosa di variabile, malleabile, che può essere preso sotto diversi punti di vista, ognuno unico e diverso da un altro.

Per me, la musica è principalmente espressione di emozioni e creatività, in alcuni casi capace di renderti felice anche dopo la peggiore giornata possibile immaginabile  e che riesce a trasportarti in una dimensione esterna dal mondo, lontano da tutti i problemi e le agitazioni.

Livio Sammartano  IIC

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...