Attualità, Riflessioni a tema libero, Rubriche

Ai concerti si va per perdere la voce, non la vita!

foto concerto

Una serata tranquilla che doveva trascorrere nel divertimento, quella che immaginavano i ragazzi presenti alla “lanterna azzurra”, locale nei pressi di Corinaldo, lo scorso venerdì e invece, a mezzanotte e quaranta, poco prima dell’arrivo di Sfera Ebbasta, nel caos della festa la gente comincia ad accusare un fastidio al naso e un certo senso di confusione dovuto ad un odore acre. Scoppia il panico, la gente comincia ad abbandonare l’edificio attraverso l’unica via di uscita aperta. Oltre l’uscita un ponticello delimitato da alcune balaustre.  Nel giro di pochi secondi il ponticello viene invaso da un’enormità di ragazzi impauriti, che si spingono tra di loro finché non avviene la tragedia: crolla una balaustra e con questa alcune persone cadono in un fossato, schiacciate da altre che, nel frattempo spinte dalla massa in fuga, non possono evitare la caduta. Sette sono le persone finite in ospedale con il codice rosso e sei le vittime, dai quattordici ai trentanove anni, compresa mamma Eleonora che lascia i suoi quattro figli tra cui la ragazzina undicenne che aveva accompagnato all’evento. Le indagini sono aperte e una delle possibili piste sarebbe quella dell’uso, da parte di un ragazzino, di uno spray al peperoncino che avrebbe causato il fastidioso odore.

In base a questa pista le forze dell’ordine hanno già individuato un ipotetico colpevole che  potrebbe rischiare l’accusa di omicidio preterintenzionale. Rischiano l’accusa per omicidio colposo i proprietari del locale, che sembra abbiano venduto più biglietti del dovuto causando il sovraffollamento. Mentre le forze dell’ordine proseguono con le indagini e i proprietari del locale cercano di fare leva sulla sicurezza dell’edificio, che risultava secondo questi ultimi  a norma, i social esplodono di messaggi di conforto verso le famiglie delle vittime o di rabbia e orrore di fronte a una situazione di tale tristezza. Lo stesso Sfera Ebbasta esprime il suo rammarico, accompagnato da altri artisti della scena trap italiana, che hanno deciso di sospendere le loro tappe immediate.

In un’intervista Salvini si è espresso così: ”E’ incredibile nel 2018 morire per un mix di incoscienza, stupidità e avidità”.

Conte esprime un desiderio: ”Da  questo pomeriggio episodi del genere non devono più avvenire”.

Questo è quello che si spera, che non accadano più fatti del genere!

Tragedie simili  erano già accadute in passato, come quella di  Torino a Piazza San Carlo.

A vedere le partite o i concerti si va per divertirsi e al massimo perdere la voce, non di certo la vita!

Yeshua Giacalone 4°C

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...